200 milioni dalla Regione per le infrastrutture del Cilento.

Il Cilento vede all’orizzonte l’arrivo di 200 milioni di euro dalla Regione Campania.

Serviranno per sovvenzionare interventi che vanno dal programma di metanizzazione alla viabilità.  

L’obiettivo è condurre nell’area cilentana un’azione “sistematica ed integrata” per lo sviluppo economico e per questo l’amministrazione regionale guidata dal presidente Vincenzo De Luca ha stabilito di inserire gli interventi nell’ambito del Masterplan del Mezzogiorno-Patto per il Sud, recuperando le risorse necessarie dalla quota regionale del fondo di azione e coesione 2014-2020.

Il Ministero dello Sviluppo Economico, nell’ambito del programma di Metanizzazione del Mezzogiorno, alla Campania ha destinato gran parte delle risorse stanziate, 140 milioni di euro, per far partire quello che è stato uno dei tanti sogni Cilentani, il piano per la metanizzazione per il quale la Regione impegnerà 50 milioni di euro.

Un altro progetto riguarda una nuova bretella stradale che collegherà Agropoli e Salerno, con asse di snodo a Eboli, nell’ambito del piano di sviluppo sostenibile del Bacino dell’Alento che comprende 19 Comuni. Attraverso l’agenzia tecnica Consorzio Velia, i Comuni hanno chiesto di avviare il terzo lotto esecutivo e cantierabile per il completamento della strada di penetrazione della diga dell’Alento, progetto già rendicontato nella misura di 10,2 milioni di euro.

Partita anche la gara per la messa in sicurezza e i lavori necessari al ripristino della strada a scorrimento veloce Cilentana interdetta a causa di eventi franosi. A partire dalla prossima primavera ripartiranno anche i collegamenti via mare verso i porti del Cilento.

Una programmazione che fa ben sperare per un roseo futuro, almeno dal punto di vista strutturale del territorio, sempre però che non resti tutto nero su bianco.

 

Leggi il post su FaceBook del Presidente Vincenzo De Luca

 


Scrivi commento

Commenti: 0