Mani lunghe della camorra sul Cilento.

Le mani dei clan camorristici si allungano ancora sul Cilento.

I clan di Torre Annunziata Gionta e Falanga avevano individuato una zona di spaccio ideale per i loro loschi affari: la costa del Cilento.

Il gruppo che faceva capo ai pusher che venivano disseminati nel Cilento è stato sgominato dai Carabinieri di Torre del Greco .

Hashish, marijuana e cocaina, pronta per essere spedita sul nostro territorio, questo stavano confezionando le venti persone finite in manette.

Un gruppo di professionisti, possiamo definirli così, visto che avevano messo in piedi una “scuola dello spaccio” dove istruivano i ragazzini – pusher – fin dalla più tenera età.

A loro insegnavano come non dare nell’occhio ed aggirare gli eventuali controlli durante le trasferte nel Cilento.

Alcuni componenti dei clan usavano i propri figli, alcuni minorenni, dopo averli  istruiti e caricati di “merce” raggiungevano le mete più ambite della costa a sud di Salerno.

Scrivi commento

Commenti: 0